I gatti e il loro soffice mantello

ORIGINI DEL SOFFICE E STRAORDINARIO MANTELLO DELLE NOSTRE PICCOLE TIGRI

Quante volte vi capita di accarezzare il vostro gatto e di meravigliarvi della bellezza artistica dei motivi disegnati sul suo soffice mantello? In tanti hanno cercato una risposta e in pochi l’hanno trovata.

Vi farà allora piacere sapere che i ricercatori dell’Institute for Biotechnology di Huntsville (Alabama) e della Stanford University in California hanno effettivamente individuato il gene che “dipinge” le striature sul mantello dei felini.

Tale studio, condotto su un campione di cento di gatti comuni e su una colonia felina californiana, ha dimostrato che la mutazione di un gene (“Transmembrana aminopeptidase Q”, o più semplicemente Taqpep) modifica la striatura del pelo, senza interferire con nessun altro organo o funzione vitale.

Quando nel corredo genetico del gatto manca il Taqpep, la tigratura è differente dal solito: le sottili righe scure verticali diventano bande più grandi, simili più a macchie allungate. Qual è invece il gene che controlla il colore della tigratura?

Rispondono i ricercatori, si chiama Edn3.

Della serie, a tutto c’è una spiegazione

#guideinfo

In Primo Piano
Post Recenti
Categorie
No tags yet.
Seguici su
  • Facebook Classic
  • Twitter Classic
  • Google Classic

© 2014 by Pets&Love

  • w-facebook
  • Twitter Clean
  • Tumblr Clean
  • Instagram Clean
  • Pinterest Clean
  • YouTube Clean