Gatto in casa o Gatto libero? Quali sono i pro e i contro?

La scelta se tenere il gatto in casa o dargli la possibilità di uscire è un argomento molto dibattuto e molto controverso. Chi abita in un condominio generalmente non si pone il problema, dal momento che tenere il gatto in casa pare quasi una scelta obbligata. Ma chi abita in una casa indipendente e ha a disposizione un giardino?

Alcune persone trovano abominevole il fatto che il gatto venga chiuso in casa, ritenendo in questo modo di violare la natura del gatto e di compromettere la sua felicità. Altri invece, non a torto, ritengono che lasciare uscire il gatto sia molto rischioso, troppo rischioso.Un gatto libero rischia molto?Il cuore della discussione in merito alla scelta se tenere il gatto dentro, oppure tra dentro e fuori, ruota attorno ai rischi che correrebbe un micio libero. Se infatti non esistessero rischi nel liberare il gatto, probabilmente tutti i gatti avrebbero la libertà. Ma purtroppo non è così, specialmente negli ambienti urbani odierni, dove circolano sempre più automobili e le strade sono sempre più trafficate. La principale causa del non ritorno a casa del gatto, infatti, è da imputare agli incidenti stradali. Ricordiamo anche che, se le auto sono un pericolo per i gatti, anche i gatti sono un pericolo per le auto, per il conducente e per i passeggeri.Altre cause che possono far sì che il micio non torni più a casa sono i bocconi avvelenati, i brutti incontri con i cani o con l'uomo. Per esempio i vicini di casa potrebbero essere infastiditi dalla presenza del gatto, specialmente se il micio fa i suoi bisogni proprio nel morbido terriccio dove il vicino coltiva i fiori o fa l'orto. Questo potrebbe portare, oltre alle liti con il vicino, a maltrattamenti, avvelenamento o ad una misteriosa sparizione del gatto. In alcune zone, specialmente quelle più rurali, esistono ancora persone pronte a sparare ad un gatto che transita nei campi. Sembra incredibile, ma esistono ancora casi di persone che volontariamente intrappolano e mangiano i gatti. La possibilità che il gatto non torni perché gli è successo qualcosa è concreta. Non a caso la vita media dei gatti che escono è molto inferiore a quella dei gatti di casa. Se un gatto di casa può arrivare tranquillamente a 15 anni e oltre, un gatto libero spesso raggiunge solo i 4-7 anni di vita e molto raramente arriva ad invecchiare. Riuscirà a tornare a casa da solo? Un quesito che di solito si pone chi intende lasciare libero il micio riguarda il timore che il gatto decida di non tornare più a casa, oppure che non ci riesca. Questo solitamente non accade: se il gatto percepisce la casa come casa sua, è lì che tenderà sempre a fare ritorno, dove trova cibo, acqua, una cuccia calda e affetto dal suo umano. Naturalmente, se si intende abituare un cucciolo ad uscire e rientrare in casa, non si può pretendere che il primo giorno a casa questo sappia già cosa deve fare. È quindi importante che si abitui alla casa, ai padroni e che stabilisca i suoi punti di riferimento. Una volta perfettamente ambientato si può, gradualmente e sotto la vostra vigile sorveglianza, lasciare che perlustri il giardino un pochino alla volta, finché non familiarizza anche con questo. Se lo tengo sempre in casa sarà triste? Se non si ha la possibilità di liberare il gatto in giardino in tutta sicurezza, né si intende lasciarlo andare oltre il cancello, non resta che tenerlo in casa. Alcune persone si rammaricano del fatto che un gatto in casa possa essere triste e non possa fare tutto ciò che un "vero" gatto farebbe. Questo è vero solo in parte: se avete adottato un gatto adulto vagabondo e abituato a stare in giro molte ore al giorno, effettivamente potrebbe essere difficile e penoso rinchiuderlo entro le quattro mura domestiche. Nel caso invece si abbia a che fare con i cuccioli, e a maggior ragione con i cuccioli nati in casa, la vita da appartamento, con le sue comodità, non avrà nulla da invidiare alla vita all'aperto. I gatti sono animali estremamente adattabili e si affezionano alla loro routine: un gatto abituato a stare in casa non ne soffrirà, specialmente se ha a disposizione un terrazzo o un balcone. Alcuni gatti amano talmente la vita domestica che, anche di fronte alla possibilità di uscire, non oltrepassano mai l'uscio della porta. Alcune razze poi sono state allevate e selezionate proprio a questo scopo: si tratta di perfetti gatti di casa, tranquilli, mansueti e amanti delle comodità. Ciò non toglie comunque che anche i trovatelli e i gatti comuni si possano rivelare degli ottimi gatti da appartamento.

Fonte: PetsLife

#25aprile #amore #attivismopetslove #felice #funnypets #gattile #gatto #gattogatti #liberazione #libertà #love #pettherapy #pet #petdog #pets #petsandlove #petsandlove #primavera

In Primo Piano
Post Recenti
Categorie
No tags yet.
Seguici su
  • Facebook Classic
  • Twitter Classic
  • Google Classic