Animali e alitosi. Come risolvere?

L’alitosi è un disturbo che può avere origini diverse, ma in particolare nei casi di animali domestici, ad esempio cani, è causato da una malattia.

Generalmente è provocato dall’accumulo di tartaro sui denti; i residui alimentari che, dopo il pasto si depositano dentro la bocca, generando batteri e provocando quindi “alito cattivo” temporaneo. L’alitosi nel cane è un problema molto comune che può affliggere cani di qualsiasi razza.

Come accade agli esseri umani le cause dell’alitosi possono essere diverse. Vanno da una patologia dei denti a dei batteri presenti in alte concentrazioni nella bocca, fino a malattie più rare come disturbi metabolici o respiratori.

Nei cani di taglia piccola è più probabile l’insorgenza di malattie parodontali perché, data la conformazione della testa, hanno denti più piccoli e vicini. In questo modo le carie e i batteri possono passare più facilmente da un dente all’altro, infettando tutta la bocca. L’alitosi è dipende dalle carie, dai denti consumati, dalle tracce di sangue e salivazione eccessiva.

Ma esiste un modo per curare questo problema?

I metodi esistono e sono diversi, ma bisogna anche tener conto della causa del problema. Se si tratta di una malattia semplice da trattare come faringite, tonsillite o un’infiammazione, curandola con i medicinali giusti passa anche l’alito cattivo. Se ci troviamo di fronte a casi di diabete, un tumore o qualche malattia dentale più seria, la terapia diventa più complessa, lunga e costosa, ecco perché è essenziale investire in igiene dentale e prevenzione.

A ogni modo il veterinario sottopone il cane a tutti i controlli necessari, compresi raggi-X ed esame del cavo orale. Tra le terapie più comuni dell’alitosi troviamo la pulizia del cavo orale e l’estrazione dei denti che non sono più recuperabili e farmaci e soluzioni contro la proliferazione dei batteri responsabili dell’alito cattivo. Occorre tassativamente lavare i denti al cane almeno una volta il giorno. Portarlo da uno specialista periodicamente per un controllo o una pulizia più approfondita, e cambiare l’alimentazione del cane, fornendogli del cibo più sano, se necessario. Può anche aiutare una maggiore pulizia del luogo in cui il cane passa gran parte della giornata. E’ fondamentale ripulire immediatamente le sue feci perché alcuni cani possono mangiarle.

Ci sono anche diversi rimedi naturali che, utilizzati nel tempo, possono prevenire il problema. Ad esempio, Spazzolare, quotidianamente o almeno due volte a settimana, i denti del vostro cane con una pasta dentifricia alla clorofilla, specifica per loro; può essere utile a risolvere l’alitosi. Inoltre, bisognerebbe Utilizzare giochi in tela.

La tela costituisce un ottimo filo interdentale, e, infatti, nel mio negozio di prossima apertura, troverete ossi in cotone, mentolo e fluoro, che favoriscono una corretta pulizia dei denti. Inoltre per mantenere i denti bianchi e contrastare l’alito cattivo sono consigliati biscotti per cani contro il tartaro. Tra i materiali che aiutano a prevenire il tartaro consigliamo la pelle di bue: quindi ossa, scarpe e giocattoli in pelle di bue sono perfetti per l’igiene dentale del cane.

#amore #funnypets #cuccioli #dog #food #foodforpets #fotodellasettimana #cane #gatti #gatto #gattogiapponese #gattile #felice #fido #foto #chef #cibopercani #cibo #canesoldato #canile #guideinfo #gusto #pet #petsandlove #pettherapy #petdog #pets #petsandlove #partner #masterchef #love

In Primo Piano
Post Recenti
Categorie
No tags yet.
Seguici su
  • Facebook Classic
  • Twitter Classic
  • Google Classic

© 2014 by Pets&Love

  • w-facebook
  • Twitter Clean
  • Tumblr Clean
  • Instagram Clean
  • Pinterest Clean
  • YouTube Clean