Perché è importante vaccinare quando sono cuccioli?

Proprio come avviene con i nostri figli, o cuccioli di cane, se correttamente allattati dalla madre nei primi giorni di vita, sono protetti, poichè ricevono da lei i principali anticorpi che li proteggono dalle malattie infettive (tramite il “colostro”, parte di latte materno che contiene gli anticorpi).

Col passare dei giorni e con l’interruzione dell’allattamento, questa immunità diminuisce e diventa quindi importantissimo vaccinare il cucciolo.

L’età per incominciare a vaccinare il cucciolo è compresa tra i 42 e i 56 giorni, cioè tra le 6 e le 8 settimane; quindi quando acquistiamo un cane da un allevamento potrebbe darsi che questo abbia già ricevuto le prime vaccinazioni.

Ricordatevi quindi di accertarvi dal venditore delle vaccinazioni fatte al cucciolo, ma non fermatevi qui, infatti è sempre opportuno portarlo dal Medico Veterinario per una visita e per terminare le vaccinazioni che esso riterrà corretto eseguire.

Le vaccinazioni alle quali il vostro cane viene sottoposto vanno registrate su un apposito libretto, che riporta data di somministrazione e dettagli del vaccino e si può considerare come una specie di libretto sanitario per i cani.

Oltre ad essere un registro che dimostra tutte le vaccinazioni eseguite, può essere richiesto per un eventuale ammissione ad una pensione per cani oppure nel caso il cane debba uscire dall’Italia.

Le prime malattie contro le quali solitamente si inizia a vaccinare il cucciolo sono la Parvovirosi, il Cimurro, la Leptospirosi, la rabbia e la Tosse dei canili. Tra i 42 e i 56 giorni si inizia il vaccino e dopo 20-30 giorni si fa il richiamo. Il secondo richiamo viene fatto dopo un mese dopodiché i richiami sono annuali.

Ricordate sempre che i vaccini migliori sono quelli in grado di prevenire il maggior numero di malattie, di non richiedere frequenti richiami e di prevenire ladisseminazione (ossia il contagio, fondamentale soprattutto quando si hanno più cani). Altrettanto importante è che poi siano aggiornati sui nuovi ceppi di diffusione delle patologie più pericolose e su quelli presenti nello specifico nel territorio in cui si vive.



In Primo Piano
Post Recenti
Categorie
No tags yet.
Seguici su
  • Facebook Classic
  • Twitter Classic
  • Google Classic