Quali sono i sintomi dell'epatite canina?


L’epatite infettiva canina o malattia di Rubarth colpisce principalmente i cuccioli non vaccinati ed è causata da un virus resistente a numerosi disinfettanti e che può permanere nell'ambiente per mesi. La principale fonte di infezione è l’ingestione di urina, feci o saliva di cani infetti. I sintomi possono variare notevolmente, da lievi fino ad arrivare alla morte.

Nella forma iperacuta i cuccioli di età inferiore a 3 settimane possono mostrare un improvviso rigonfiamento dell'addome e soccombere entro poche ore. Fortunatamente, la maggior parte dei cuccioli possiede una protezione immunitaria temporanea ereditata dalla madre. Ecco perchè oggi l'epatite canina si diffonde solo raramente in questa forma.

Invece quando si tratta della forma acuta la malattia progredisce rapidamente fino alla comparsa di vomito e/o diarrea, con perdita dell’appetito. Il fegato è dolente e ingrossato alla palpazione. Il cane mantiene teso l’addome a causa del dolore e in circa il 20% dei casi sopraggiunge la morte. Gli animali che sopravvivono alla fase acuta guariscono completamente, sebbene possano essere necessarie diverse settimane perché ritornino alle condizioni normali. Infine, nella forma lieve, i cani sviluppano febbre e a volte diarrea, con ingrossamento dei linfonodi.

Non esiste una terapia che agisca direttamente sul virus e il trattamento si limita a ridurre i danni subiti dal cane. Per questo è importante prevenire la malattia con il vaccino. Il componente vaccinale dell’epatite infettiva canina di solito è sempre incluso nella vaccinazione primaria dei cuccioli e spesso anche nelle vaccinazioni annuali di richiamo.

La salute dei vostri cani è importante, la prevenzione è fondamentale.

#cani #vaccino #epatitecanina #sintomi

In Primo Piano
Post Recenti
Categorie
No tags yet.
Seguici su
  • Facebook Classic
  • Twitter Classic
  • Google Classic