Gli antiparassitari sono nocivi per il mio cane?


Utilizzare gli antiparassitari significa prendersi cura del proprio cane in modo responsabile, senza mai sottovalutare le precauzioni d'uso sia se scegliamo un prodotto naturale che chimico. Se è pur vero che i primi non hanno alcun effetto nocivo per i nostri amici a quattro zampe, è bene considerare il fatto che iniziano a manifestare la loro efficacia anche dopo 3 o 4 giorni. Richiedono quindi costanza nell’applicazione, assicurandosi sempre che il prodotto scelto arrivi alla cute.

Una volta effettuata la scelta tra antiparassitari chimici o naturali, la frequenza e la modalità di applicazione dei prodotti variano in base all’ambiente in cui vive l’animale, al suo stile di vita, alle sue abitudini e al conseguente rischio di infestazione. Ad esempio, se il cane dorme all'aperto è molto più soggetto alle punture di insetti oppure se sta spesso a contatto con altri animali il rischio di infestazione è più elevato.

Gli antiparassitari si distinguono anche per modalità di applicazione: i più diffusi sono quelli topici/cutanei, non indicati se avete bambini in casa che possono inavvertitamente venire a contatto con il prodotto, e quelli per via orale che sono completamente atossici e agiscono rapidamente contro i parassiti impendendo loro di depositare le uova.

Ogni prodotto antiparassitario ha diverse forme di somministrazione, una diversa efficacia e una diversa composizione; può essere usato a scopo preventivo o come rimedio di emergenza anche se sicuramente sarebbe meglio proteggere il nostro amico peloso tutto l'anno evitando di imbattersi in questi piccoli nemici che rischiano di causare malattie più gravi.

#antiparassitari #cane

In Primo Piano
Post Recenti
Categorie
No tags yet.
Seguici su
  • Facebook Classic
  • Twitter Classic
  • Google Classic

© 2014 by Pets&Love

  • w-facebook
  • Twitter Clean
  • Tumblr Clean
  • Instagram Clean
  • Pinterest Clean
  • YouTube Clean