Che tipo di documenti servono per portare il nostro fedele amico in vacanza?


Per viaggiare all’interno dell’Unione Europea, dal 1 ottobre 2004 è necessario il passaporto sanitario europeo per cani, gatti e furetti che va richiesto almeno un mese prima della partenza.

Il passaporto contiene, in inglese e nella lingua nazionale, tutte le informazioni anagrafiche e soprattutto sanitarie del proprio animale: identità del cane, numero di microchip o tatuaggio (quest’ultimo consentito fino al 2011), data della vaccinazione contro la rabbia e la data entro la quale deve essere effettuato il successivo richiamo, eventuali altre vaccinazioni e trattamenti contro pulci e zecche.

Per la Gran Bretagna, l’Irlanda, la Svezia e Malta, oltre ad essere in possesso del passaporto europeo ed essere identificati esclusivamente tramite un microchip, i nostri amici a 4 zampe dovranno essere sottoposti anche a un test di verifica degli anticorpi per il virus della rabbia.

Obbligatorio per ogni destinazione, ad esclusione della Finlandia, un trattamento contro zecche e pulci.

Per soggiorni al di fuori dell’Unione Europea è bene consultare i consolati e i servizi veterinari delle ASL, in quanto spesso sono richieste le titolazioni anticorpali, esami eseguiti da laboratori certificati su campioni di sangue dell’animale da spostare.

Qualunque sia la vostra meta, ricordate che i nostri amici a 4 zampe sono sempre preda di pulci e zecche che, oltre che fastidiose, rischiano di essere anche molto pericolose perché vettori di malattie piuttosto serie.

Prima di qualsiasi viaggio rivolgetevi al vostro veterinario per avere informazioni sull’antiparassitario più adatto alle vostre esigenze.

#viaggio #viaggiocolcane #vacanze #estero #estate #zecche #pulci #antiparassitario #veterinario #unioneeuropea #passaporto #microchip

In Primo Piano
Post Recenti
Categorie
No tags yet.
Seguici su
  • Facebook Classic
  • Twitter Classic
  • Google Classic